Croce Rossa e clandestini

Nell’incontro con la popolazione del 25 Luglio la Croce Rossa di Pordenone ha dato una immagine distorta e fuori contesto della situazione immigrazione in città  senza nemmeno affrontare il quadro generale ed ha dispensato insistentemente e ripetutamente a piene mani ritornelli melensi su “povere persone” che hanno bisogno di aiuto, e sulla “dignità” della “persona umana” (esistono persone non appartenenti al genere umano?) -. Troppi interventi dal pubblico a favore della CRI che fanno sospettare una regia di parte, e troppa paura di dire come stanno le cose da parte dei dissenzienti, anche politici di maggioranza comunale, più servilmente attenti a premettere che “io non sono contro l’accoglienza, anzi…”, piuttosto che ad articolare idee chiare e nette. Un incontro di plastica, scritto prima, recitato a copione poi.

E allora vediamo di mettere giù qualche numero:

  • Dal 2012, anno a partire dal quale è stata soppressa la democrazia, in Italia sono sbarcati 800.000  – ottocentomila – clandestini (parola contemplata in tutti i dizionari di lingua italiana) a cui vanno aggiunti gli ingressi via terra, stimabili in almeno 200.000 che porta il totale ad 1.000.000 di clandestini arrivati in Italia in soli 6 anni (media 167.000 clandestini/anno)
  • Dal 2002 al 2011 gli sbarchi sono stati 235.000 e gli arrivi da terra stimati in circa 300.000 per un totale in dieci anni di circa 535.000 clandestini (media 53.500 clandestini/anno)
  • Il totale degli ingressi clandestini in Italia dal 2002 è dunque di circa 1,5 milioni di persone
  • Secondo il Ministero dell’Interno, solo il 5% – 75.000 persone in dieci anni – di rifugiati, tutti gli altri sono clandestini economici che non hanno alcun diritto.
  • A Dicembre 2016 gli stranieri regolari erano: 8,3% della popolazione in Italia, 9,4% in Friuli Venezia Giulia, 13,8% a Pordenone
  • Il totale stranieri sul nostro suolo è dunque dato dalla somma degli immigrati regolari e di quella parte di clandestini che negli ultimi sei anni si sono fermati in Italia, parte stimabile nel 50% circa degli arrivi. Ciò porta alla seguente stima di presenze reali: 9,5% in Italia, 11% in Friuli Venezia Giulia, 15,5% a Pordenone (FVG e PN sono stati caricati di nuovi arrivi più della media nazionale)
  • A Pordenone 1 persona su 6 è straniera!
  • Sommando il costo della diaria giornaliera (fino a 45€, per i minori fino a 140€) ed i costi indiretti di sanità , Polizia, apparati burocratici, e di tutti gli altri servizi pubblici necessari a gestire l’invasione, si può approssimare per difetto in circa 50€ al giorno il costo medio per ogni clandestino anche se alcune fonti danno cifre molto superiori. Si tratta dunque di un costo di 1.500€ al mese, 2-3 volte i 500-700€ al mese con cui devono vivere moltissimi italiani.
  • Costo totale stimabile di tutti i clandestini: 11-13 miliardi € all’anno (1.500€ x 12mesi x 6-700.000) di cui buona parte finisce nelle casse delle affaristiche onlus, delle cooperative di sinistra, di gruppi politico-familiari, della Croce Rosa, della Caritas e della Chiesa terrena, e di molti altri enti “caritatevoli”
  • Quanto sopra mentre il tasso di povertà  assoluta è del 11,9%, la disoccupazione giovanile del 37,8% e quella totale del 12%, ovvero milioni di italiani poveri e senza lavoro
  • in rapporto alle relative popolazioni i carcerati immigrati sono 5 volte gli italiani, mentre il rapporto complessivo di criminosità è verosimilmente collocabile a circa 7 volte in considerazione del fatto che per i crimini commessi molti immigrati vengono denunciati a piede libero
  • circa il 50% dei clandestini sbarcati in Italia è musulmano, religione incompatibile con la Costituzione italiana e prima ancora con civiltà , etica e morale occidentali, e non solo occidentali. Basti ricordare che nell’islam la donna è sottomessa all’uomo, è permessa la poligamia di un uomo con più donne, sono permessi i matrimoni con bambine, è autorizzato lo stupro etnico, gli infedeli vanno convertiti o uccisi…

Questi sono i numeri e la realtà  con cui dobbiamo fare i conti, in particolare a Pordenone dove l’immigrazione – 1 su 6 è immigrato! – che assorbe la gran parte dei fondi a disposizione dei servizi sociali lasciando le briciole agli italiani indigenti è ormai totalmente fuori controllo. Qui sono stati reclutati terroristi e si sono raccolti soldi per le guerre in Medio Oriente, qui si fanno attività  di sostegno al terrorismo, qui si iniziano a verificare reati prima sconosciuti. Tutto ciò anche a causa della debolezza dei sindaci precedenti e dell’attuale, Ciriani, molto più attento all’immagine ed alla gestione del potere che alla tutela dei pordenonesi.

Basta!

Abbiamo già  dato ben di più delle evangeliche due guance, abbiamo già dato ben di più di quanto poteva cristianamente essere chiesto. Adesso è in pericolo la stessa identità  di Pordenone e dell’Italia, è in pericolo la stessa sopravvivenza degli italiani come popolo “dominus” in casa propria. Adesso è ora di ripristinare ordine, sicurezza e tutela degli italiani nella nostra città. Adesso non è ora di accogliere, è invece ora di espellere il 95% dei clandestini che non hanno alcun diritto. Adesso è ora di porre fine a questo criminale mercato di schiavi che riduce in povertà  gli italiani, distrugge il nostro Paese ed il futuro dei nostri giovani.

Ed è ora che paghino i criminali che hanno prodotto tutto questo.

 

Bibliografia web

http://www.regione.fvg.it/rafvg/export/sites/default/RAFVG/GEN/statistica/FOGLIA39/allegati/Rapporto_Immigrazione_2016.pdf

http://www.comune.pordenone.it/it/citta/scopri/statistica/demografia/popolazione-residente-al-31-dicembre-2016

https://www.balcanicaucaso.org/aree/Slovenia/Migranti-via-terra-attraverso-i-Balcani-146380

http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_13/focus_immigrazione_7ddb3076-b14c-11dd-a7b7-00144f02aabc.shtml

http://www.ilgiornale.it/news/politica/povera-italia-immigrato-costa-doppio-agente-1041114.html

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-07-17/lavoro-ue-italia-record-neet-aumenta-poverta-150147.shtml

http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-delinquenti-stranieri-vengono-tutti-qui-noi-1247329.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *